Voi siete qui: Home page / Eventi & News / Simulatore spaziale ACS descritto dal CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali) nell’articolo presentato alla Conferenza Space Propulsion 2018


Simulatore spaziale ACS descritto dal CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali) nell’articolo presentato alla Conferenza Space Propulsion 2018

Data: 4 giugno 2018 / Siviglia Spagna

Il CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali) ha presentato alla Conference Space Propulsion 2018 (Siviglia 14-18 maggio 2018) un articolo scientifico dal titolo: “Activities on Electric Space Propulsion at Italian Aerospace Research Centre: main achievements and outlook”.

 

“I sistemi di propulsione primari, basati sulla Propulsione Elettrica, sono già adottati per diverse applicazioni, dall’ innalzamento dell'orbita di alta quota a cambiamenti di orbite, fino a missioni scientifiche interplanetarie che richiedono caratteristiche di impulso elevate.Il presente documento offre una panoramica del piano di sviluppo con i primi obiettivi raggiunti dal CIRA in merito alla Propulsione Elettrica. L’obiettivo principale del piano è quello di entrare a far parte della comunità scientifica della Propulsione Elettrica e attivare programmi di cooperazione mediante lo sviluppo di capacità di collaudo all'avanguardia, al fine di promuovere l'Italia come una delle nazioni europee di riferimento per la propulsione spaziale elettrica.Il piano inizia con la realizzazione di due impianti, orientati ai propulsori di bassa potenza (MSVC, <5 kW) e alta potenza (LSVC,> 25 kW), considerando i motori “Hall Effect” come tecnologia di riferimento nella fase iniziale. Tutte le strutture saranno dotate di diagnostica avanzata, sfruttando il know-how CIRA, applicato ad altri campi. Questa prima fase di implementazione delle attività di progettazione e modellazione darà inoltre impulso all’obiettivo del CIRA di sviluppare capacità per i sistemi di propulsione elettrica completi.” (dall’abstract dell’articolo)

 

Angelantoni Test Technologies (ATT) ha realizzato nell'aprile 2016 per CIRA il progetto preliminare del simulatore spaziale denominato MSVC (Medium Scale Vacuum Chamber), mentre la fase finale è stata completata a maggio 2017 presso lo stabilimento di Massa Martana, in Italia. Da novembre 2017 è iniziata la fase di produzione, attualmente in corso. La consegna e l'installazione del simulatore presso i locali del CIRA sono previste per giugno 2018.

 

Il simulatore è costituito da una camera da vuoto a corpo unico in acciaio inossidabile, di 2,0 m di diametro e con una lunghezza di circa 4,5 m. La camera è in grado di alloggiare il “thrust stand” con i suoi sottosistemi di alimentazione elettrica e gas -  al fine di consentire una libera espansione del “plume” riducendo le interazioni con le pareti della camera - ed ospita il sistema di pompaggio principale.

 

Siamo orgogliosi di citare le parole degli autori dalla sezione Acknowledgments dell’articolo: “Moreover, we would  like  to  express  our gratitude  to all  the  ATT  personnel, involved  in  MSVC design  and  manufacturing  phases,  for  their  precious cooperation.”

 

Cliccare il pulsante download per l’articolo completo.